Lunedì--23-otto-2017* ore13:29:

Menu utente

Statistiche-Visitazioni

Utenti : 5
Contenuti : 102
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 77283

Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link


Dizionario di Metrica

Un ottimo dizionario di metrica è disponibile per studi e approfondimenti
Vuoi Consultare il dizionaro?

Link


E. Montale -Voce giunta con le folaghe

Voce giunta con le folaghe
una delle più belle poesie scritte dal Poeta

Link



NS-DHTML by Kubik-Rubik.de
 
Canti eolici PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Giovedì 09 Febbraio 2012 14:14
Canti eolici PDF Stampa E-mail

Silloge tematica
Scritto da Administrator
Sabato 15 Agosto 2009 01:20

Silloge poetica
Canti eolici
di Angelo Michele Cozza

 

 

Quando s'avviva un vento

Dispiuma il flabello roggio
che nel botro specchio riverbera
un veemente vento di ponente,
col suo fiato amplificato
spennacchia volatili appollaiati
chiome scuote e scrolla
nuvolaglie scardina e disgrega;
astuto, da spiragli o malchiuso
si intrufola per porte e scale
mulina tra piazze sagrati e vie;
traversale a pioppi e salici
di terrose fiumane lontane mugola
pareti rocce e muri come boomerang
colpisce e si allontana.
Se soffia tanto e alla valle
in cui ebbi natali un giorno
acceso va il ricordo
su, oltre i querceti e i pruni,
nel cimitero sotto il greppo
forse lo udirà nell'aldilà
mia madre da tempo seppellita
e si rispolvererà un pezzo di vita
passato e insieme consumato .
Cade questo ritaglio di tempo
ventilato che non mi allieta
nel risucchio di un greppo;
ora, tra mulinelli di solitudine
fa stragi di pensieri e sogni.
Atterrami, rovesciami e scalzami
pure vento ma non immalinconirmi.
Invidia, non vedi, da noi si alza
per te che anche se muori risorgi.


Salute a te o vento

Salute a te o vento
armonia vagabonda di mormorii,
musicale voce lamentatrice
che vieni da lontano
e animo ridai a moribonda aria!
Hai mugghiato tra i portici,
trasportato polline,
agitato ciuffi di canne,
spettinato salici e chiome,
attraversato contrade,
scompigliato mucchi di sabbia,
soffiato su lapidi e vivi!
Ora raccogli le tue forze,
trova un varco nel mio cuore,
increspa l'acqua stagna
del lago dell'anima mia,
insuffla nuovi respiri
entra da i vetri infranti
della finestra delle mie speranze!
Lontano e perduto è il ricordo
di quando, aspettandoti con ansia,
liberavo nel cielo aquiloni colorati
o sfidandoti, disarmato di abiti,
nei tuoi momenti di veemenza
imperterrito ti venivo incontro.
Altri venti ho incontrato,
altri soffi hanno scosso
gli arrugginiti cardini
della porta dei miei anni,
altri petali ho visto strappare

al bocciolo prima che fiorisse
secche foglie mulinare
tra turbini di sogni;
altri perduti giorni ho visto
stramazzare poi senza luce.


Potessi essere vento

Il maestrale che frusta
le arse gramigne e scuote
il verderame del vigneto
è l'unico avventore
di questa strada senza uscite.
Irrequieto, in spazio angusto
per un attimo intrappolato,
scalmanato romba e mulina
cercando una via di fuga.
Infilatosi in una feritoia,
spedito poi il suo viaggio
riprende puntando alla piana.
Da questo angolo cieco
seguirlo vorrei nel suo aperto
cammino e loquace
divenire come le sue folate!
Divelta la mia àncora,
se per portento potessi,
su un frutto polposo,
volerei bramoso
per addentarlo col cuore.
Ma io non sono vento,
sono solo una pietra erosa
su cui, da anni, annerita
è ogni venatura di sogni.
Incastrato nello scalcinato
muro dalla mia vita
costretto, sornione sopporto
gli affronti del destino.
Di altro diletto non godo
se non di mirare il girasole
che ridestandosi dal buio,
la perduta felicità, all'alba,
ritrova inseguendo il sole.


Vento che iroso ti avventi e berci

Vento che iroso ti avventi e berci
linguali musiche e accordi tu esegui
tra mandorli in frutto e muriccioli
di pietra; mantice instancabile
nubi pigre incalzi, frondosi olivi
con i tuoi impeti scuoti.
Blandi mormorii erranti
come mescolanze di voci unisone
vanno discorrendo e si allontanano
tra diffusi papaveri e intrighi di rovi.
Cessa poi l'attacco: lampi di silenzi.
Una tregua viene di soffi
tutto improvviso s'attedia e tace.
Nell'immobilità, sonnolenza e pena
l'aria ostenta e rimostra: dilaga
il dormiveglia del giorno muto.
Si ripresentano pensieri scuri:
al nulla e al vano vanno fluenti
sconcertata, la ragione reclina
e più non sosta ottusa su cose mortali.
Oh vento che stanco perdi il respiro
e più non odo nelle gole muggire
come si effonde e trionfa alito di morte
se nel cuore sbattimento più non s'ode!

 

Sequestrami o vento che passi

Si è alzato chissà dove
un vento stasera, sbuffa
e fa udire inquieto la sua voce:
spasimano le poche foglie su rami
dondolano ombre e luci su viali
carte turbinano in erme strade;
passa, passò prima, passera dopo
così come pensiero per la mente.

Che è vento questo risuonar
interior lieve lento o acuto
di nostalgie e memorie?
Oh tu orchestral strumento
che il mio silenzio fendi
e vele ideali enfi
sei di ponente o di scirocco?

Come orienterai la mezzana
sulla cui tela è ricamato
in un cuore in nome del mio amore?
Su sirti gibbose o al largo
mi spingeranno i tuoi soffi
mi risparmierà la tempesta
che attacca il regno dei ricordi?

Oh dimmi, come fai tu inconsistente
ad avere tanta forza
e optare per tante direzioni?
Sussurro leno o urlante sibilo
che accarezzi o scompigli
animator di chiome veli e vessilli
al tuo ritmo batte il mio petto
se dimentica il passo delle parche
che mute incedono funeste
per condurmi all'abisso.

Sequestrami o vento che passi
prendimi nel tuo viaggio
più non sbadigli al mio destino
se ancor a solitudini cedo
o nei loro gorghi affondo:
una folata mi strappi
all'istante in cui languori
e un corpo senza vita sento!


'O viento

‘A do pruvene stu lebèccio
ca friddo spira e chiacchiareja
‘o pentone ‘e sti vie sulitarie?
Arraggiato e nzisto, appriesso
se porta tutto chello ca trova,
p’ ‘e senche trase d’int’e vasce,
fronne secche e carte abbandunate
sorchia e sperde pe’ l’aria.
Arrecietto nun trovano
chiantulelle appena chiantato,
‘e rammere tremmulejano scujetate,
d ’ ‘a albere scippa fronne a palate.
Luntano addò sta ‘o mare
l’onne se fanno argentate,
cu nu rummore cupo e surdo,
arrivate ncopp’e scoglie,
spumma e schizzi a cchiù nun dico
menano p’ ‘e l’aria.
Viento fatto lièggio,
nun frangere sti barche spaventate,
srareca ‘a paura ‘a dint’o core
d ’ ‘a gente miezz ‘o mare!
Ferma stu scioscia scioscia
ca capricciuso nun dà pace,
abbrucato e senza ammuine
cunzegnato a ‘o Pataterno
ca cchisà d ’ ‘a dò t’ha mannato!
Oje viento, cchiù nun te sento..
Addò ti si annacuso?
Tutto mo s’è accujetato!
Overo 'e perso ‘o sciato?
E allora statto buono scrianzato,
ce sentimmo n’ata jurnata!

Commenti

Please login to post comments or replies.
Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Maggio 2017 09:19
 

Commenti  

 
0 #1 bros jilbab 2014-08-24 09:39
This is a topic that's close to my heart... Best wishes!

Exactly where are your contact details though?
(il suo è un tema che è vicino al mio cuore... Tanti auguri!
Precisamente dove è il Suo contatto dettagliato?)
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Copyright © 2017 mcozzapoesie. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 
  • Photo Title 1
  • Photo Title 2

AudioPoesie


+ Pop-Up Player

Riconosci il poeta?

saba.jpg
Leggi i miei testi su PoesieRacconti